Porru, 'Sport misura il livello socioculturale del paese, al centro valore persona'

·1-min read

"Lo sport misura anche il livello del quoziente sociale e culturale di un paese. Lo sport è sempre stato promotore di miracoli sociali, momenti di riappacificazione e ripartenze. Come movimento paralimpico pensiamo di poter davvero testimoniare in maniera inequivocabile quanto lo sport non sia importante solo per la persona con disabilità ma per tutte le persone perché è un luogo dove vengono abbattute barriere di carattere sociale e culturale mettendo al centro il valore della persona".

Lo ha detto Sandrino Porru, vice presidente Comitato Italiano Paralimpico e presidente Fispes, in occasione dell’evento digitale “Lo sport al centro della ripartenza del Paese - Ipotesi e prospettive per una rivoluzione culturale” promosso da Asi, Associazioni Sportive italiane, in collaborazione con Adnkronos Comunicazione e Ciwas. "Ripartiamo dal valore e dal creare maggiori opportunità - ha proseguito Porru - per portare a casa un valore aggiunto, dando voce e numero a quello che è il prodotto che si crea con lo sport in termini economici sociali e di inclusione".

Our goal is to create a safe and engaging place for users to connect over interests and passions. In order to improve our community experience, we are temporarily suspending article commenting