Schothorst strappa una vittoria spettacolare

La pioggia ha reso spettacolare la gara 2 dell'Eurocup Megane Trophy che è stata vinta da Schothorst

Eurosport

La pioggia ha fatto la propria comparsa inaspettata nella Gara 2, con conseguenze spettacolari. Partiti su gomme slick quando quelle da pioggia erano chiaramente la scelta migliore, i protagonisti dell'Eurocup Megane Trophy si sono trovati rapidamente nelle ultime posizioni. Con l'entrata in pista della safety car, alla fine sono tuttavia riusciti a riportarsi in gara. Dopo un finale eccitante a pochi giri dal traguardo, Bas Schothorst (TDS Racing) si è aggiudicato la vittoria davanti ad Albert Costa (Oregon Team).

Albert Costa è partito in pole position per la terza volta in questa stagione, con Fabien Thuner (Oregon Team) accanto a lui in prima fila. A causa delle condizioni meteo improvvisamente mutate, la griglia di partenza è stata caratterizzata da una grande confusione. Uno scroscio di pioggia ha inzuppato il tracciato pochi minuti prima della partenza, ma la maggior parte dei piloti ha alla fine optato per gomme slick a pochi secondi dall'inizio della gara. Oregon Team ha preso la decisione troppo tardi, determinando la penalizzazione di Albert Costa e il compagno di squadra Nicolas Milan con un drive-through per avere cambiato le gomme dopo il segnale.

Nel corso del primo giro si sono verificati numerosi testacoda e toccate, causati dal tracciato scivoloso e dal fatto che molti piloti montavano gomme slick. Al termine di un primo giro estremamente movimentato, reso ancora più insidioso dal ritorno della pioggia, i piloti su gomme scolpite sono stati in grado di concretizzare il loro vantaggio. In questa fase, Enrico Bettera (Oregon Team) è riuscito a mantenere la testa della corsa davanti a Oliver Freymuth (AKF Motorsport) e Thibault Bossy (Team Lompech Sport).

Mentre i piloti su slick si fermavano ai box per montare gomme da pioggia, il leader della gara Bettera lottava per contenere gli attacchi dell'inseguitore Bossy. Il francese, alla sua seconda gara nell'Eurocup Megane Trophy, è passato in prima posizione durante il terzo giro, allungando rapidamente la distanza da Bettera, Freymuth e Jean-Charles Miginiac (Team Lompech Sport).

Bettera ha poi perso il contatto con le prime posizioni dopo essere uscito in ghiaia e, malposizionato, ha costretto la safety car ad entrare in pista. Dopo la ripartenza, la situazione di gara è diventata più chiara. A quel punto, tutti i piloti montavano gomme da pioggia e avevano già effettuato le rispettive soste obbligatorie per il rifornimento. Bossy ha mantenuto la testa della corsa davanti a Miginiac, Freymuth e Bruce Lorgeré-Roux (Pujolaracing). In quel momento è però iniziato il vero spettacolo, con la rimonta di Nalio e Schothorst, nello spazio di pochi giri, rispettivamente dalla sesta e settima posizione fino al secondo e terzo posto.

Bossy non è riuscito a resistere all'attacco di Nalio e Schothorst. A quel punto, l'ordine di gara è mutato radicalmente, con il pilota italiano Nalio in testa seguito da Schothorst e Coronel. Anche Costa è riuscito a risalire fino alla quarta posizione. La lotta è durata fino a quando la bandiera a scacchi ha segnalato la fine della corsa, conclusasi con una spettacolare collisione tra Schothorst, Nalio and Coronel. Il pilota olandese Schothorst è tuttavia riuscito a sfuggire al caos, tenendo duro e vincendo la gara davanti a Costa e Snoeks. Dopo la gara tuttavia a Snoeks è stata inflitta una penalità di 25 secondi per avere provocato la collisione con Bruce Lorgeré-Roux, che ha significato il terzo posto sul podio per Thibault Bossy.

“La mia gara è veramente iniziata dopo l'ingresso della safety car - spiega Bas Schothorst - Niccolo Nalio e io non abbiamo avuto difficoltà a raggiungere rapidamente gli altri, trovandoci davanti a tutti. Sono stato più veloce di lui e ho assunto il comando all'uscita della seconda curva durante l'ultimo giro, ma poi mi ha urtato provocando una rovinosa collisione tra lui, Tom Coronel e me. Fortunatamente sono riuscito a sfuggire al caos e ad attraversare per primo il traguardo.”

“La partenza è stata un vero incubo - ha detto Albert Costa - Non avevo le gomme giuste e quando sono rientrato ai box, nessuno del mio team era pronto. In seguito ho spinto come un pazzo, fino al punto che al termine della gara avevo consumato completamente le gomme. Arrivare secondo è stato dopo tutto un buon risultato, considerando che c'è stato un momento della gara in cui ero ultimo.”

View comments (0)